中國菜 La Cucina Cinese 中國菜 La Cucina Cinese 中國菜

venerdì 15 aprile 2011

La polvere delle cinque spezie

Polvere delle cinque spezie
La polvere delle cinque spezie è un miscuglio di aromi molto popolare nella cucina cinese, e poi diffusosi in altre cucine orientali  La composizione tradizionale comprende anice stellato, semi di finocchio, chiodi di garofano, cannella e pepe di Sichuan, macinati e mescolati fra di loro.La leggenda vuole che sia stata creata con l'intento di assommare in sè tutti e cinque i sapori che stanno alla base della teoria dietetica cinese: dolce (cannella), salato (chiodi di garofano), amaro (anice), acido (semi di finocchio), pungente (pepe), e di riequilibrare lo Yin e lo Yang.
Nella cucina cinese viene normalmente utilizzata per preparare i cosiddetti cibi "Lu"; non è facile tradurre Lu, ma diciamo che grosso modo è un metodo di cottura per stufare i cibi (generalmente carne grassa come maiale, anatra); grazie alla lunga cottura, questi ultimi assorbono al massimo tutti gli aromi. Il piatto più famoso nel quale si utilizza la polvere alle cinque spezie è l'anatra alla pechinese. E' comunque l'ideale per la carne, il tofu, le zuppe e le verdure saltate. Fate solo attenzione alle dosi, in quanto questa spezia è estremamente pungente ed intensa; ne basta un pizzico per insaporire al meglio le vostre vivande. Potete reperirla facilmente nei negozi di cibi asiatici; la troverete sicuramente più fresca ed a un prezzo inferiore. Una volta aperta la confezione, è bene conservare la polvere in luogo asciutto dentro un vasetto ben chiuso.
Qualcuno suggerisce ricette per preparare da sè la polvere delle cinque spezie, ma non è la stessa che potete trovare già confezionata, in quanto esistono numerose varianti, sia in termini di dosi che ad esempio qualità degli ingredienti; la cannella da utilizzarsi in realtà è cannella cinese, ossia la corteccia scura di Cassia.

2 commenti:

  1. Ciao,interessante la spiegazione delle 5 spezie,spero di trovarle in commercio.
    Complimenti.
    Teresa B.

    RispondiElimina
  2. Grazie dei complimenti, Teresa:-) Se proprio non dovessi trovarla, potrei darti la ricetta per prepararla da sola. COme dicevo, non è proprio la stessa cosa, ma le somiglia molto! Fammi sapere...
    Ciaoo

    RispondiElimina